PARTI

il festival delle cose
che ci piacciono

Dal 16 giugno al 10 luglio.

4 settimane, 8 giornate, 16 eventi, con teatro, musica, mostre, stand-up, cinema, dibattiti e tanta bella gente!

Dona anche tu su Produzioni dal Basso

Il festival delle cose che ci piacciono

È un anno che non vediamo sollevarsi le quinte di un teatro, spegnersi le luci di un cinema, montare gli strumenti su un palco, provare un microfono, preparare un drink da prendere e andare a sorseggiare seduti ad un tavolino circondati dai nostri amici. 

Ma adesso vogliamo riPARTIre: e farlo dalla cultura, dalla socialità e da tutte le cose che ci piacciono perché sono anche queste a contribuire sostanzialmente alla felicità e alla salute di tutti. 

Per queste ragioni, abbiamo deciso di organizzare un festival fichissimo.

Abbiamo grandi piani: 4 settimane in tutto, 8 giornate, 16 eventi e più di 50 artistз che riportino nelle nostre vite tutto ciò a cui abbiamo dovuto rinunciare negli ultimi mesi. 

Ve lo vedete? Finalmente uscire, prendere la bici (o qualsiasi mezzo preferiate) arrivare ai Giardini comunitari Lea Garofalo, sollevare la testa e, finalmente, vedere lo spazio di nuovo animato, gli attori camminare avanti e indietro per provare la parte poco prima di esibirsi, il soundcheck dei musicisti, le chiacchiere dopo un film, i dibattiti, le discussioni, i teli in mezzo al prato, le birrette, gli spritzini e le risate.

Programma

Ogni settimana il mercoledì e il sabato numerose iniziative culturali per iniziare al meglio questa seconda strana estate. Scopri tutte le iniziative (tutte gratis eh!)

Se vuoi avere tutto il programma a portata di mano, scarica qui il dépliant

Cominciamo mercoledì 16 giugno alle 17.30 con le mostre di Alice Brizzi, Benedetta Stablum, Cheeprovo, Francesco Rocca, Martina Cinotti e Romina di Forti a tema CORPO:

Corpi umani frammentati, sfuggenti e ricomposti, plastici ed espressivi.

Alle 19 ci allieteranno i Beetamax, una band che fonde l’elettronica, il jazz, l’hip-hop, il rock e la dance music.

Leggi tutto…

All’interno della cornice del festival PARTI, la prima sera di mercoledì 16 giugno proietteremo gratuitamente Judas and the black messiah.

Il rivoluzionario Fred Hampton e l’infiltrato FBI William O’Neal: grande prova di Daniel Kaluuya e LaKeith Stanfield, diretti con ottima mano da Shaka King. Candidato a sei Oscar, dal 9 aprile in digitale

Leggi tutto…

Ne parliamo con Lorenzo Tecleme, blogger di “Destinazione COP”; Martina Comparelli di FFF Italia; e Stefano Caserini, docente di Mitigazione dei cambiamenti climatici al Politecnico di Milano.

Leggi tutto…

Serata all’insegna della musica: in apertura il duo Giglio&Leo e Cance cantautrice Pop dal respiro R&B.

A seguire, il concerto di Andrea Cubeddu con le sue melodie figlie delle musiche tradizionali dei popoli del Mediterraneo, tra echi di onde che si infrangono sulle chiglie delle navi, canti di sirene e voci dei monti portate dal vento.

Leggi tutto…

La seconda mostra sarà dedicata al tema DESIDERIO, e in particolare raccoglierà tutte le opere artistiche e letterarie a tema erotico partecipanti al concorso Famolo Libero

dalle 20:30 verremo accompagnati dal duo brianzolo Cattaleo e Bre.

Leggi tutto…

Premiazione dei vincitori, presentata da Diego Piemontese, con accompagnamento musicale del duo Cattaleo e Bre.

Leggi tutto…

A chi dice “Non si può più dire niente!” “Non si può fare comicità nella cancel culture”, rispondiamo “No, è che non fai ridere”. Venite al nostro open-mic per scoprire che la comicità inclusiva esiste, e fa scompisciare!

Leggi tutto…

Mostra MENTI: Menti che leggono la società, menti che si raccontano, menti malvagie.

Clio & Maurice: un duo impossibile: voce e violino si scontrano e si fondono, alla ricerca di una dimensione comune.

Leggi tutto…

Ivana, la sua attitudine fin da bambina è quella di difendere, aggiustare le cose, il suo sogno è fare l’avvocato per poter, come si usa attualmente definire, mediare. Riuscirà a perseguire il suo sogno e riuscirà a mediare nella sua anima?

Leggi tutto…

Il 3 luglio sarà dedicato alla musica dal vivo: a cominciare dalle 20.30 col duo dei Makita e la cantautrice Cheriach Re.

Infine, il concerto dei Seveso Casino Palace, band Alternative Rock di Milano che dopo un anno di stop hanno deciso di riPARTIre dal Lato B!

Leggi tutto…

Spirito: Colore, segno, graffio, ritmo, lo spirito umano che si esprime, racconta se stesso e il mondo, l’arte come gioco e come processo.

Alle 19 si esibiranno i Blue Tie Quartet: Un gruppo di giovani jazzisti del milanese che amano mettere in gioco, nello spirito del jazz, le proprie idee e i propri stimoli.

Leggi tutto…

Alle 21.30 si conclude la giornata con lo spettacolo “La Molli- divertimento alle spalle di Joyce”, con Arianna Scommegna, scritto da Arianna Scommegna e Gabriele Vacis e con regia di Gabriele Vacis.

Leggi tutto…

La lotta al precariato dalla formazione al mondo del lavoro. Ne parliamo col Coordinamento Spettacolo Lombardia, Mi riconosci?, Art Workers Italia, CSA Calliope.

Leggi tutto…

A vent’anni dal G8 di Genova del 2001 il movimento che ha portato a quei giorni di enorme mobilitazione è stato soffocato dalla violenza dello Stato, ma non le sue istanze.

Leggi tutto…

Per concludere in bellezza, finiamo con una delle cose che ci piacciono di più: il nuovissimo spettacolo di Diego Piemontese!

Leggi tutto…

Il Pleistocene e Alma ci accompagneranno con la loro musica verso la conclusione dell’ultima giornata del festival.

Leggi tutto…

ARTISTЗ

L’intero festival coinvolge più di 50 artistз selezionatз tramite una call pubblica a cui hanno risposto in tantissimз. Qui sotto l’elenco, conoscilз e sostienilз!

Teatro

Arianna Scommegna

“La Molli- divertimento alle spalle di Joyce”, con Arianna Scommegna, scritto da Arianna Scommegna e Gabriele Vacis e con regia di Gabriele Vacis: La Molli è una preghiera moderna. Itaca, dalla Dublino di Joyce, con una punta di umorismo, diventa Milano in cui la Penelope meneghina aspetta il ritorno del suo Ulisse tra le lenzuola di un letto cigolante, al suono delle campane notturne, recitando tra lacrime di gioia e dolore il suo sì, sì, sì alla vita. Sono confidenze sussurrate, confessioni bisbigliate quelle della Molli.

Claudia Fontana

“Io non faccio eccezione”:

Ivana, la sua attitudine fin da bambina è quella di difendere, aggiustare le cose, il suo sogno è fare l’avvocato per poter, come si usa attualmente definire, mediare.

Riuscirà a perseguire il suo sogno e riuscirà a mediare nella sua anima?

Alle storie delle mamme in carcere e dei loro bambini, che Ivana ha incontrato nel suo percorso, e ai loro conflitti si sovrappone la sua personale storia e il suo personale conflitto perché… nessuno fa eccezione.

Musica

Beetamax

I beetamax sono una band che fonde l’elettronica, il jazz, l’hip-hop, il rock e la dance music offrendo un’esperienza al di là delle logiche del mercato. La loro estetica è caratterizzata da tratti peculiari come la cultura memetica, l’approccio DIY, il culto del nastro e del suono analogico: tutto questo si fonde creando un viaggio continuo attraverso le possibilità offerte dai mezzi sonori. Celebrando i valori di base quali l’amicizia, la lealtà, l’amore e l’elevazione spirituale nota come “il vibe”, entità imprescindibile attorno alla quale si sviluppa la loro esistenza. 

FBIG e bandcamp

Cance

Giulia Cancedda, in arte Cance, è una cantautrice Pop dal respiro R&B.
Diplomatasi in Canto Jazz, nel 2016 lascia il suo paese per avventurarsi nella metropoli londinese, dove vive per due anni; nel corso di questa esperienza, Cance riesce a conquistarsi un posto tra i finalisti di “GIGS”, la più grande competizione di artisti di strada che si tiene ogni anno in Inghilterra.
Consegue inoltre un Master in Popular Music Performance, torna in Italia e pubblica il suo primo singolo “Conosci?”. Il brano la porta a vincere il Premio “La Musica Può” (di SIAE e Mibact), assegnato al 1° classificato UNDER 35 del Premio “Musica Contro le Mafie 10^ed.” (2019)
Nel 2020 esce il suo secondo singolo, “Sakura”, finalista al Premio Lunezia.
A Settembre dello stesso anno è tra i residenti di “Sound Bocs”, la Music Farm a sfondo civile realizzata da Musica Contro le Mafie.
Il 20 Novembre pubblica “Pezzi di parole”, singolo che anticipa l’uscita del suo primo EP “Orablu”, disponibile dal 4 Dicembre su tutte le piattaforme digitali.
Il 26 Gennaio 2021 esce “Basta che se ne parli”, il brano realizzato a Sound Bocs.
 

Spotify | YouTube | Instagram | Facebook

Andrea Cubeddu

Andrea Cubeddu è un cantautore sardo del ’93. Il suo album si chiama ‘Nostos’, che in greco antico significa ‘ritorno’. Questo nuovo progetto è un ritorno alle origini. All’uso della lingua italiana, in primo luogo, e al racconto della vita umana, tra lotte interiori e confronti con l’altro e il diverso, trattato attraverso scorci della quotidianità e spesso letto attraverso il mito, veicolo per eccellenza della conoscenza collettiva.
Le melodie sono figlie delle musiche tradizionali dei popoli del Mediterraneo, tra echi di onde che si infrangono sulle chiglie delle navi, canti di sirene e voci dei monti portate dal vento.

Spotify | YouTube

Seveso Casino Palace

I Seveso Casino Palace sono una band Alternative Rock di Milano nata nel 2013.
A più di un anno dall’ultimo concerto, sono finalmente pronti per ritornare sul palco e mostrarvi il nostro Lato B.

Spotify | YouTube | FB | IG

Cattaleo e Bre

Siamo un duo acustico Brianzolo nato dal desiderio di “suonargliele” a questa pianura che tanto ci ha voluto bene e tanto ci fa odiare. Suoniamo perché sono troppo pochi a farlo nelle piazze e perché vogliamo far ballare divertire ed innamorare chi ci sente regalandogli un altra buona ragione per stare a lottare.

IG: Cattaleo e Bre

Cheriach Re

Valeria Rossi, in arte Cheriach Re, è una giovane cantautrice comasca, chitarra e voce, melodia ed istinto. Le sue canzoni sono dirette e raccontano, in chiave intima e sincera, esperienze umane vissute, osservate o percepite in prima persona. Un songwriting a volte pacato, a volte inquieto e a tratti violento, un percorso ancora senza una direzione precisa ma mosso da un desiderio di cambiamento e da un forte amore per la sperimentazione.
Lo pseudonimo nasce dall’unione dei cognomi delle proprie nonne Daria Cheriach, di origine istriana, e Giovanna Re, italiana ma trapiantata in Ecuador per una vita intera. Un’eredità femminile e multietnica, preziosa e di grande stimolo: fin da bambina questo legame con terre lontane e sconosciute l’ha incuriosita e affascinata, permettendole di non sentirsi mai vincolata al luogo di nascita ma sentendosi figlia di mondi diversi.
Ad oggi ha pubblicato i singoli Nel Nulla (Ottobre 2019), presente nel suo primo EP Lallazioni, e Quetzal (Giugno 2020), un brano registrato in collaborazione con musicisti situati in diverse parti del globo.
Influenze: Niccolò Fabi, Afterhours, Lisa Hannigan, Julien Baker, Natalia Lafourcade
 

Spotify | YouTubeInstagram | Facebook

Clio and Maurice

Clio and Maurice è un duo impossibile: voce e violino si scontrano e si fondono, alla ricerca di una dimensione comune.

FB | IG

ALMA

Alma sarebbe di Milano, ma non è molto brava a star ferma. Attualmente in quel di Roma, dove studia musica. Scrive, suona e canta da quando era alta come la sua chitarra, cercando un posto fra indie folk e cantautorato. Per canzoni un po’ tristi e battute un po’ sceme.

IG

Blue Tie Quartet

Un gruppo di giovani jazzisti del milanese che amano mettere in gioco, nello spirito del jazz, le proprie idee e i propri stimoli.
Nell’atmosfera magica dello swing ricercano il puro divertimento di questa musica e il gusto di praticarla.
Vi aspettiamo per l’abbraccio coinvolgente del jazz!

IG

Makita

Gaia e Giovanni iniziano a suonare insieme al liceo con la loro prima band. Le loro strade per qualche anno si dividono, ma solo per tornare ora ad esibirsi, un po’ più attempati e tanto emozionati. Loro sono i Makita. 

 

Il Pleistocene

Un essere pur troppo umano che scrive e suona canzoni per cercare di capire qualcosa della vita o per inventarne un’altra.  

IG 

Stand Up

Diego Piemontese

Diego Piemontese, classe 1997, milanese di nascita nonostante il cognome, ha iniziato bevendo nei locali e ha finito per farci stand-up, con grande preoccupazione di sua madre e dei servizi sociali. Ha esordito a Giugno scorso con “Ken – storie da uomini senza c_ _ _ _” proprio al Lato B e da qui ha deciso di riPARTIre con il suo nuovo spettacolo “Il Grande Romanzo Italiano (non è un romanzo)”

IG

Esposizioni

Pezzi Impazziti

Cinque anni fa nasce Pezzi impazziti, storie e pensieri con un corpo di carta e un cuore di colla. Tasselli di carta alla ricerca di un nuovo senso, di un nuovo ordine hanno trovato come loro alleata una forbice.

FB e IG

Francesco Rocca

Mi chiamo Francesco Rocca, ho 20 anni e vengo della Calabria; ho frequentato un liceo artistico e attualmente sto studiando all’accademia di belle arti di Brera a Milano.
Amo l’arte e tutto ciò che mi ispira.

FB e IG

Benedetta Stablum

Crudo. Segno fluido e viscerale.
Corpi lineari creati da forme essenziali, si trasformano, evolvono. Le opere, d’ispirazione neo-espressionista, sono arroganti e inquisitorie, trattano temi sociali e insinuano il dubbio.

IG

Blue Alice

Nata a Milano nel 1998, disegno da che ne ho memoria, e con il tempo ho trovato nel fumetto e nell’illustrazione il mio mezzo espressivo. Alla base dei miei lavori nascono sempre dall’esigenza di comunicare qualcosa che può nascere da emozioni, ricordi, immagini e storie.

www.alicemarchi.comBe e IG

Alma Lamar

Il tentativo nelle mie opere è quello di suggestionare, catturando una composizione semplice ed istantanea dell’ambiente per cogliere essenzialmente le emozioni che sono movente della ricerca nell’animo umano.

IG

Pietro Serra

Sono Pietro, vengo da Cagliari. Le mie espressioni artistiche vanno dal figurativo ad una ricerca nell’astratto. Tratto spesso temi drammatici, sfociando nel sacrilego e nella critica radicale a seconda di ciò che rappresento.

IG

Alice Brizzi

Alice Brizzi, 24 anni, novarese, nel 2018 si diploma in performing arts.
La passione per la fotografia analogica nasce quasi spontanea, durante il lookdown del 2020, dopo aver fatto i conti con l’interruzione improvvisa di tutte le sue attività artistiche.

IG e YouTube

Ways

Sono un aspirante artista autodidatta e la calligrafia e i suoi usi guidano la mia ricerca . Ho iniziato frequentando corsi, cercando contatto con organizzazioni e artisti per cui nutro interesse

IG

Valeria Gabriele

Sono Valeria Gabriele, ho studiato decorazione e nel tempo ho creato un mio stile personale che è ancora in evoluzione.
Amo l’arte in ogni sua forma e cerco di portare una parte di me stessa in tutto ciò che realizzo.

IG

Romina di Forti

L’amore per ogni forma d’Arte ha sempre accompagnato Romina a partire dall’infanzia, dapprima studiando le arti sceniche, per dedicarsi successivamente alle arti figurative: cresce in lei la necessità di esprimere la propria visione della realtà attraverso l’uso dei colori e delle forme.
L’attenzione a ciò che è considerato un errore digitale viene esaltato volontariamente a livello pittorico attraverso l’uso della tecnica Glitch. Il diverso, l’errante è colui a cui vuole dare voce, in particolare l’oggetto della ricerca è lo spettro autistico, di cui viene rappresentato il disagio mediante le composizioni e i contrasti accesi tra i colori.

IG

Rebecca Gianotti

Mi chiamo Rebecca e ho 22 anni. Disegno da quando ne ho memoria, perché trovo che il disegno sia l’unico linguaggio con il quale riesco a dar voce e forma al mio silenzio, senza dover necessariamente passare dalle parole.

IG

Marta Tognetti

Sono Marta, una naturalista a cui piace girare per il mondo. Osservo la natura incuriosita da tutte le sue forme e cerco, con i miei disegni, di mettere nero su bianco le meraviglie naturali.

mail: marta.tognetti@gmail.com

Matilde Villa

La mia passione per il disegno nasce da mia nonna materna, che mi ha sempre spronato a farlo. Dal 2020 mi son dedicata a disegnare il Brenta, dove la famiglia paterna aveva una casa che è sempre stata un membro della famiglia.

IG

Martina Cinotti

Mi chiamo Martina Cinotti, ho 21 anni e attualmente frequento il secondo anno di Pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera.
Attraverso la mia arte ricerco l’estensione del volto e del corpo, lavorando sull’autorappresentazione percettiva.

TikTokIG 

“>

Edoardo Sessa

Vive e lavora a Bologna. Nel 2015 frequenta il corso biennale di Grafica e Illustrazione presso la scuola civica Arte&Messaggio del Castello Sforzesco di Milano, nel 2017 si trasferisce a Bologna dove frequenta il corso di scultura presso l’Accademia di Belle Arti.
Nel 2018 partecipa alla Biennale d’Arte Giovani di Varese presso il Museo Enrico Butti. Nel 2019 espone un’installazione al Festival di Antropologia di Bologna mentre nel 2020 partecipa alla mostra col lettiva CORPOaCORPO, nello spazio Ex Fornace, Naviglio Pavese di Milano e alla mostra digitale “TRASMISSIONE, come sarà la cultura del domani?”.
Nel 2021 è stato scelto per realizzare la prima art commission di Volvo Studio Milano, per rappresentare il progetto E.V.A., SAFETY MEETS ART; partecipa, inoltre, insieme ad altri 15 artisti, tra i quali Maurizio Cattelan e Giosetta Fioroni, alla mostra CHILD ABUSE, curata da Eleonora Frattarolo e ideata per PROCHILD Project per la difesa dei minori promossa dall’Ospedale Sant’Orsola di Bologna e da Alma Mater Studiorum-Università di Bologna.

IG

Cheeprovo

Sono una semplice appassionata di fotografia. Lascio che siano gli altri a scattare e mi racconto con il collage analogico perché le immagini le preferisco collezionare e ritagliare.

IG

Raccolta fondi

Per rendere possibile questo festival, abbiamo bisogno dell’aiuto di tutte e tutti, per questo vi invitiamo a partecipare alla raccolta fondi su Produzioni dal Basso, facendo una donazione adatta alle vostre possibilità. In cambio noi, oltre a concretizzare il festival, vi promettiamo una simbolica ricompensa  in base al tipo di contributo.

Ma qual è l’obiettivo finale?

La cifra che puntiamo a raccogliere è di € 7.000.  

Cosa ci fate con questi soldi?

Questa cifra ci consentirà di organizzare il festival nel modo migliore, e soprattutto a garantire in equo compenso agli artisti che, soprattutto nell’ultimo anno, vivono una condizione precaria e svalutante del loro fondamentale lavoro.

Verranno anche investiti in comunicazione, rimborsi viaggi per gli ospiti e per l’acquisto e il noleggio di materiali e attrezzature utili aper le mostre e i concerti.

Come prima cosa ci serve l'impianto audio e tutta l'attrezzatura. SBLOCCATO!
Abbelliamo e arrediamo il giardino!
Sono successe e stanno succedendo un sacco di cose. Parliamone!
Non la vorrete una birretta o uno spritz in compagnia?
Il fulcro e la parte più importante in questo festival (e non solo).
Raggiungiamo l'obiettivo e non ci resta che goderci il festival!