La Rete della Conoscenza è un'associazione nazionale di secondo livello di rappresentanza sociale e di partecipazione politica, che coniuga l'ispirazione sindacale e l'ambizione di esprimere una soggettività politica di carattere generale. La Rete ha l'obiettivo di rappresentare i soggetti in prima formazione inseriti nel sistema formativo italiano, ossia gli studenti delle scuole secondarie superiori di secondo grado, gli studenti che assolvono l'obbligo scolastico all'interno di differenti percorsi di studio, studenti iscritti a corsi di laurea universitari e altri percorsi di studio universitari, studenti dell'Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica, dottorandi. La Rete mira a considerare il ruolo dello studio e della formazione nella società nei suoi vari aspetti e a riconoscere la centralità della condizione di formazione, anche permanente, nella società della conoscenza.
Share

Unlearning – Proiezione e Dibattito Hai una famiglia curiosa? Ecco la ricetta per una nuova avventura! Unlearning racconta il viaggio di Lucio Basadone, Anna Polio e della figlia Gaia Basadone per il mondo tra aerei, fattorie biologiche, baratti. Un viaggio in cui si sono messi in gioco per vivere in prima persona stili di vita…

Read more
Share

contributo di Gaia Destefano, Rete della Conoscenza Milano Lunedì 29 maggio siamo stati alla Casa della Cultura dove si è svolto un incontro molto interessante, moderato dalla giornalista dell’Internazionale Annalisa Camilli, con Loris De Filippi (Presidente di Medici Senza Frontiere) e Pietro Massarotto (Presidente di Naga Onlus). Tantissimi i temi toccati, considerando ovviamente la vastità…

Read more
Share

La Lotta è dura ma il suo costo non ci fa paura! Cena sociale di autofinanziamento delle organizzazioni studentesche   Dopo un anno di assemblee, iniziative e mobilitazioni è giunto il momento di passare una serata tutti insieme! L’indipendenza ha un costo, perciò mercoledì 31 maggio abbiamo organizzato una cena per finanziare tutte le attività di…

Read more
Share

Le violazioni dei diritti umani nei centri libici sono sistematiche: violenze, soprusi e suicidi. Nei centri di detenzioni libici “ci picchiano, ci frustano, ci trattano come schiavi”, racconta un ragazzo di 15 anni. Nonostante questo, l’Italia ha sottoscritto un accordo con la Libia, “sottolineando l’importanza del controllo e della sicurezza dei confini libici”. Il governo…

Read more
Share

La storia non è morta Incontro coi rappresentanti del Movimento universitario cileno Punti di contatto per una trasformazione condivisa dell’università Studenti Indipendenti Politecnico, Bicocca e Statale incontrano in una conferenza Skype al Lato B i rappresentanti nazionali della FECH, Federazione dei movimenti universitari cileni. Una serata per confrontarsi sulle battaglie per la trasformazione dell’Università che…

Read more

Contatti

Andrea Nossa 334 1060509
Davide Vismara 3311038985